News & Eventi

Master in Hr e Social Recruiting, Sviluppo e Gestione dei Talenti

Di Martina Ferrante, MHR 2018

MHR 2019

Il Master in HR e Social Recruiting, ha l’obiettivo di formare professionisti esperti di processi di selezione, gestione e valutazione delle Risorse Umane. Ma per me è stato molto di più! In una giornata soleggiata di maggio, ventitré ragazzi si sono conosciuti per la prima volta ed hanno cominciato questa fantastica avventura insieme: la prima edizione del Master in HR. Da alunna avevo inizialmente un po’ di timore, in punta di piedi mi sono avvicinata a questo nuovo mondo che, dal primo istante, mi ha travolto ed entusiasmata. Con un mix di contenuti teorici, esercitazioni e casi aziendali, una delle forze del Master IPE è sicuramente l’alto standard delle lezioni e l’eccellenza dei docenti. Ogni giorno potevamo ascoltare le testimonianze di HR di spicco e, come sempre succedeva, inondare il docente di domande al fine di apprendere il più possibile da ogni singolo insegnante. Ma sono le persone la vera ricchezza dell’IPE Business School; per me l’IPE è sinonimo di Famiglia. Una seconda famiglia che ti accoglie a braccia aperte e ti accompagna dalle lezioni in aula al primo giorno di lavoro. C’è sempre qualcuno del team IPE pronto a darti una mano, ad essere presente nei momenti di sconforto con una parola di incoraggiamento. L’IPE è, dunque, formazione, studio, momenti di confronto, arricchimento professionale ma anche molto altro. Per me è significato opportunità di crescita, un vero e proprio passo in avanti verso il difficile mondo del lavoro. Infatti, altro punto di forza che differenza dell’IPE da qualsiasi altra business school è la trasmissione dell’etica e dei valori del lavoro ai suoi allievi. La correttezza nelle relazioni, l’onestà, la trasparenza, l’accuratezza nel fare il proprio lavoro, la determinazione e il rispetto per il lavoro altrui, sono solo alcuni dei valori che l’IPE trasmette ai suoi allievi. E se è vero che il Master HR prevede un approfondimento del Social Recruiting, ecco cosa dicono dell’IPE i miei compagni di avventura sui social: «Le esperienze che ti arricchiscono» Silvia Dea Grosso, «Questo è un tassello che qualsiasi cosa sarà, doveva esserci» Francesca Sepe, «Grazie a chi ha reso possibile questo sogno» Melania Prisco, «Studio significa confronto e il confronto è sempre crescita» Gabriella Fevola, «Grazie all’IPE ed al suo meraviglioso staff per averci accolto nella loro fantastica famiglia » Valeria De Lucia. In conclusione, anche se amici e parenti mi chiedono ancora cosa faccia un HR, per me è chi che contribuisce allo sviluppo aziendale in maniera rilevante, puntando sulla crescita delle persone e individuando il talento, guardando al presente in vista del futuro, supportando e anticipando il cambiamento delle organizzazioni. Tutto ciò significa per me lavorare nelle Risorse Umane. Esiste un mestiere più bello al mondo?